Software di rendering, animazione e modellazione 3D
Utilizziamo indifferentemente tutti i migliori software per la modellazione e il rendering. Scegliamo quale utilizzare in base al "desiderato" del cliente e ai requisiti tecnici che ci vengono passati in fase di briefing. Vogliamo creare mondi straordinari con scene e ambientazioni sorprendenti per la visualizzazione dei vari progetti, oltre a far vivere esperienze di realtà virtuale coinvolgenti. Questa è la nostra mission.

In questo caso studio ti presentiamo la storytelling per un servizio molto delicato che stiamo seguendo per conto di un importante cliente nel mondo farmaceutico.

Abbiamo ricevuto l'incarico di disegnare i Kit trasfusionali per rappresentare ai clienti finali (ospedali e centri trasfusionali) le peculiarità e le caratteristiche qualitative delle sacche prodotte da MEDITALIA.
Il materiale che il cliente poteva darci a supporto della nostra fase iniziale di progetto era quasi inesistente, sicuramente basico: brochure con disegni piatti e non in scala e qualche scatto di sacche.
Ci siamo concentrati sulla prima sacca per definire le luci e le imperfezioni che avrebbero reso il rendering maggiormente fotorealistico.
Siamo andati in azienda per filmare le fasi produttive e per fare "la conoscenza" del prodotto e delle fasi produttive. Conoscere è una delle attività più importanti per poter affrontare qualsiasi sfida. 
Anche in questo caso si è dimostrata una strategia apprezzata dal cliente ma soprattutto utile a noi.
Dalla visita allo stabilimento è nata la richiesta di un nuovo servizio che abbiamo potuto seguire e fornire in toto. Abbiamo girato e postprodotto 4 video pillole per presentare i 4 principali reparti produttivi.
Quello che vedi sopra è il video girato nella "camera bianca" (sterile) dove le sacche vengono ricavate dal tubolare PVC, personalizzate e confezionate.
Ecco rappresentate le fasi di disegno e renderizzazione più significative. Si parte dal modello per arrivare al rendering.

Descrizione delle attività partendo dall'immagine di sinistra:
- 1ª immagine: modello tridimensionale della sacca creato tramite modellazione organica avanzata 
- 2ª immagine: risultato del bilanciamento delle luci (light balance), ottenuto mediante il posizionamento di piani di luce e lo studio dell’effetto di questi nella scena virtuale. Questa fase è di importanza basilare per avere il massimo fotorealismo dell’immagine
- 3ª immagine: sovrapposizione a scopo dimostrativo dell’immagine finale della sacca con quella del modello tridimensionale iniziale
- 4ª immagine: finale della sacca, ottenuta con post-produzione avanzata dell’immagine renderizzata.

Ed ecco i modelli dei KIT. Quelli presentati sono riferiti alle sacche sangue (blood bags). Per permettere al disegnatore di mantenere le proporzioni esatte, siamo partiti da uno scatto scatto 2D del kit.
Risultato finale. Immagini finali dei due kit, ottenute tramite post-produzione avanzata delle immagini generate dal processo di renderizzazione.

Le sacche sono state personalizzate con il fotomontaggio in Photoshop delle rispettive etichette. Il lavoro è stato molto apprezzato per la sua corrispondenza al vero (fotorealismo) e per la sua precisione.
Uno scatto fotografico avrebbe comportato tantissimo lavoro di preparazione ma non sarebbe mai riuscito a restituire questo genere di dettaglio.

La direzione scientifica ci ha commissionato lo studio per rappresentare i flussi dei liquidi all'interno del kit. Obiettivo primario: mostrare ai medici il funzionamento dei travasi in questi kit. Una bella sfida che Giroidea ha accettato e che sicuramente porteremo a termine. Stay tuned.
Back to Top